E’ uno degli artisti svedesi più famosi al mondo, autore di hit storiche come Heroes, If I Lose Myself (Alesso Remix), Under Control, Years e tante altre. E’ tornato ad esibirsi dopo anni in Italia al Nameless Music Festival di Barzio e, prima di incontrarlo all’Ultra Europe, abbiamo avuto modo di intervistarlo anche qui in Italia: questa è la nostra intervista con Alessandro Lindblad aka Alesso!

-La tua ultima traccia, I Wanna Know, è l’ennesimo successo planetario che esce dal tuo studio: raccontaci la storia di questa traccia!
E’ con Nico & Vinz, volevano fare una studio session con me e ho accettato perchè mi piacciono molto. Siamo andati in studio, partiti da un’idea e siamo stati molto veloci: in circa due giorni era praticamente finita.

Forever è stato il tuo primo album, molto atteso dai tuoi fans e molto apprezzato. E’ già in cantiere un altro album? 
Vedremo, al momento rilasceremo alcuni singles, preparerò un album ma non so quando. Credo tra alcuni anni.

-Cosa ti piace dell’Italia?
Il cibo ovviamente! Amo tutto: dalla pasta alla milanese.

-Basketball o football?
Football

-Pizza o pasta?
Pasta

-Playstation o Xbox?
Playstation

-Qual è stato il miglior consiglio che ti è stato dato?
A nessuno importerà della tua carriera più che a te stesso, sei tu a dover investire su te stesso, non fare affidamento esclusivamente su altre persone: mettici il massimo impegno qualunque cosa tu voglia fare e ce la farai!

-C’è qualcuno che ti ha aiutato concretamente nella tua carriera?
Sicuramente il mio manager ed il mio amico Sebastian Ingrosso, per me è come un fratello.

-La tua collaborazione preferita?
Heroes con Tove Lo e il remix dei One Republic, sicuramente.

-La tua TOP3 a livello mondiale?
TOP3? Bella domanda..Jack U, Marco Carola e Sebastian Ingrosso.

 

Ringraziamo Alesso e Universal Music Italia per la disponibilità 

ti potrebbero interessare

Alesso sotto i nostri riflettori: ecco la nostra intervista!