Il primo novembre, in un club di Bologna, qualcuno ha avuto la brillante idea di spruzzare dello spray al peperoncino durante il set di Don Diablo, il quale ha dovuto lasciare la consolle interrompendo la serata.
Purtroppo non è la prima volta che accade un episodio simile: pare infatti che quello dello spray sia un fenomeno abbastanza diffuso nei locali e sinceramente mi chiedo dove stia il divertimento nel rovinare la serata a gente che magari si è fatta chilometri di strada per sentire il suo dj preferito. Parliamo di persone che spendono soldi per rovinare le serate ad altre persone. Complimenti.
E’ anche vero che magari fare dei controlli più rigidi all’ingresso non sarebbe male, visto che è capitato (non in questo caso) che della gente riuscisse a portar dentro anche dei coltelli.
La cosa che più mi lascia perplesso però è un’altra: perché l’italiano medio deve sempre e comunque condannarsi? Perché deve sempre pensare che solo in Italia accadano cose simili?
Personalmente ho respirato ottimi climi in moltissime serate italiane, poi che gli idioti siano un po’ ovunque lo sappiamo tutti.
Cerchiamo di incolparci un po’ meno e di divertirci un po’ di più.

PS: applausi comunque a Don Diablo che è rimasto nell’ambulanza insieme ad una ragazza che durante la serata si è sentita male, tanta umiltà non è da tutti.

Immagine sarcastica sull'accaduto (di Marco Mammone)

Immagine sarcastica sull’accaduto (di Marco Mammone)

ti potrebbero interessare

L’Italia e le sue pessime figure