Tra i nomi che sicuramente hanno contribuito a cambiare le carte in gioco dell’EDM mainstream negli ultimi anni troviamo sicuramente Tim Bergling, meglio conosciuto come Avicii. Un vero e proprio pioniere per quanto riguarda la rivoluzione del genere: è riuscito infatti in poco tempo a conquistarsi gran parte degli ascoltatori “commerciali”, grazie anche a brani come “Levels“, hit mondiale, o “Silhouettes” (che può essere considerata il follow up di Levels), anch’essa andata molto forte. Il tutto è stato condito da esibizioni live nei maggiori festival mondiali, nei club più famosi del globo, esibendosi anche in Italia in diverse occasioni: un progetto, insomma, che sembrava destinato ad espandersi sempre di più e puntava a consacrare Avicii nella hall of fame dei dj/producers più influenti di tutti i tempi. La sua “scalata” è stata però rallentata da un annuncio “shock”, avvenuto lo scorso anno, in cui l’artista affermò di volersi ritirare dalla scena live, dedicandosi esclusivamente alle produzioni in studio. In maniera molto confusa, molti appassionati hanno provato a spiegare questa sua decisione: c’è chi sostiene che l’artista non avesse più stimoli, chi è convinto si trattasse di un problema di salute e chi addirittura che fosse entrato nel tunnel della droga. Grazie ad un annuncio di pochi giorni fa il dj svedese è però tornato sulla bocca di tutti: attraverso una foto pubblicata sul suo account Instagram, ha dichiarato di essere pronto per un nuovo inizio, annunciando un nuovo album che, a sue parole, sarà “the best damn album of my career“, aggiungendo hashtag come #nopressure e #greattobeback. Con questo proposito Avicii sembra pronto per un 2017 di fuoco e chissà che non lo vedremo a brevissimo scalare classifiche “infastidendo” il dominio dei The Chainsmokers. Sicuramente, come tutti i suoi fans, seguiremo lo sviluppo della vicenda, con l’augurio che possa tornare presto a regalarci tanta buona musica come d’altronde Tim ci ha già abituato.

ti potrebbero interessare

2017: il ritorno di Avicii