I Festivals EDM sono sempre di più: periodicamente ne nascono di nuovi, in zone sempre diverse. Il mercato asiatico, ad esempio, è fortemente in crescita per quanto riguarda l’EDM e sono diverse le situazioni che si stanno formando nel loro territorio. Fortuntamente non bisogna più obbligatoriamente recarsi all’Ultra Music Festival di Miami (e sostenerne i relativi costi) per assistere ad un festival di alta qualità: anche il mercato europeo è in forte crescita e sono diversi i festival EDM che potreste godervi! È arrivato il momento di entrare in contatto da vicino con queste bellissime realtà: ecco a voi i principali festival europei che dovreste vedere nel 2017!

Tomorrowland (Belgio)
Capitale mondiale del divertimento, il Tomorrowland è il festival EDM per antonomasia. Dal 2005 ad oggi si svolge ogni anno in Belgio, nella cittadina di Boom, dove migliaia e migliaia di persone si recano a fine Luglio per trascorrere dei momenti che difficilmente verranno dimenticati. Ciò che rende estremamente singolare questo festival, oltre alla quasi infinita line-up che vede riportati quasi tutti i più grandi nomi della scena edm mondiale, è la fantastica ambientazione che ogni anno cambia tematica passando dalle più stravaganti, come quella del 2012 che vedeva come protagonista un libro, simbolo della tematica ”The Book of Widsom”, alle più fantasiose, come quella del 2015, che, avendo come tema ”The Secret Kingdom of Melodia”, non poteva che essere presentata da uno stupendo castello.

Ultra Europe (Croazia)
È la sfumatura europea dell’Ultra Music Festival di Miami. Organizzato da Ultra Worldwide, il famosissimo festival croato è sicuramente una delle mete più ambite dagli appassionati di tutto il mondo; prende luogo al Poljud Stadium della città di Split, in Croazia, dal 2013, anno in cui è stata presentata la prima edizione che vedeva due sole giornate di attività. Col passare degli anni, il festival è cresciuto esponenzialmente passando dai due stages della prima edizione, il Main Stage e il Carl Cox & Friends, ai quattro dell’edizione 2016, il Main, l’Arcadia Afterburner, il Resistance e l’UMF Radio Stage. Anche in questo festival la line-up è costituita da i maggiori volti del mondo edm, come Hardwell, Martin Garrix, Armin Van Buuren, deadmau5 e molti altri ancora.

Creamfields (Inghilterra)
Il Creamfields è il più grande e conosciuto festival inglese che dal 1998 ad oggi prende luogo nei pressi di Liverpool. Nato come espansione della famosissima discoteca Cream, il Creamfields ai giorni nostri si presenta come uno dei nomi più importanti del panorama edm mondiale. Avendo alle spalle davvero molte edizioni sparse in ogni parte del globo, come quella australiana che si è tenuta dal 2010 al 2012 e che forse è il più importante spinoff del festival inglese, il Creamfields ai giorni nostri è un vero e proprio emblema dell’EDM in Europa. Per quanto riguarda la prossima edizione sappiamo veramente poco, ma ciò che sembra sicuro è che tra i big avremo due nomi del calibro di deadmau5 ed Eric Prydz.

ADE (Olanda)
L’Amsterdam Dance Event è uno dei più grandi eventi che prendono luogo nella capitale olandese. Presentato al pubblico sia come festival sia come conferenza, ogni anno a metà Ottobre intrattiene vaste porzioni di pubblico per cinque giornate intere, raggiungendo anche le 350mila presenze. Il progetto ebbe inizio nel lontano 1995 come una conferenza dalla durata di tre giorni seguita dalla performance di trenta djs; ai giorni nostri, l’ADE non solo conta un numero di circa 2200 djs, ma è anche uno dei più grandi punti riferimento della scena edm mondiale: uno dei motivi per cui negli ultimi anni ha riscosso un così grande successo risiede, soprattutto, nella cerimonia che pone fine alle votazioni della DJ Mag Top 100 Djs, che nel 2016 ha visto Martin Garrix come vincitore.

Sziget (Ungheria)
Lo Sziget è il più grande festival EDM ungherese. Si svolge in un’isola in mezzo al Danubio, a Budapest, durante la seconda settimana di agosto: presenta più di sessanta palchi nei quali troviamo non solo musica elettronica ma ogni espressione artistica e musicale, passando dal rock al jazz, dal blues alla classica. Dal 1993, anno della sua nascita, ad oggi il Sziget ha visto una enorme crescita, passando dall’essere un festival ”provinciale” ad uno di scala mondiale, raggiungendo all’ultima edizione i 496mila spettatori e garantendo al pubblico una line-up quanto più eterogenea possibile, con artisti del calibro di Hardwell, Zedd, David Guetta e molti altri ancora.

The Flying Dutch (Olanda)
Uno dei più particolari eventi del mondo è sicuramente The Flying Dutch, il festival edm EDM, a differenza degli altri, si tiene in tre diverse location, Amsterdam, all’Olympic Stadium, Rotterdam, all’Ahoy Buiten, ed Eindhoven, allo Strijp-S. A rendere unico questo festival è il fatto che per undici ore coinvolge e fa ballare tutta l’intera nazione che nei palchi di ogni rispettiva città vede suonare tutti e undici i dj che, spostandosi via elicottero, si esibiscono per un’ora in ognuna delle tre città. Molto probabilmente, come ogni anno si svolgerà tra la fine di maggio è l’inizio di giugno e non vediamo l’ora di rivivere questi indimenticabili momenti interamente olandesi.

Nameless (Italia)
In questa lista non potevamo dimenticarci di nominare uno dei più grandi festival italiani, se non il più grande. Emblema della scena EDM in Italia, il Nameless è un evento che prende luogo nei pressi di Barzio, a Lecco, dove annualmente si ripropone con una selezione di artisti che di anno in anno coinvolgono sempre più appassionati di ogni dove. Per quanto riguarda la prossima edizione, possiamo semplicemente dirvi che si prospetta come una delle migliori: primo annuncio ufficiale, niente poco di meno che Axwell /\ Ingrosso.

Balaton Sound (Ungheria)
Nato dalle menti dei creatori del Sziget, il Balaton Sound è uno dei più importanti festival EDM in Europa. Presentato nel 2007 come Heineken Balaton Sound e ripresentato nel 2013 con la sponsorizzazione della rinomata MasterCard, di anno in anno si svolge nelle zone del lago Balaton, a Zamárdi. Sin dall’esordio, il Balaton Sound si è mostrato come un festival a dir poco esclusivo: infatti, l’idea di svolgerlo a metà estate nel lago più grande di Europa non solo ha funzionato, ma ha anche reso il Balaton uno dei più particolari festival per ciò che riguarda l’ambientazione. Il festival ha anche vinto il premio come miglior festival europeo di medie dimensioni, che aspettate a prendere i biglietti per la prossima edizione?

ti potrebbero interessare

8 Festival EDM europei che devi vedere